Parigi 1961-62 Sainte-Chapelle

1961-62, a Parigi, con la Sainte-Chapelle

1961-62, a Parigi

Uno scatto, a ricordo di un anno di vita parigina

Nel 1961 Frascà vince una borsa di studio di un anno del Governo francese, anche grazie alle eccellenti referenze presentate da Giulio Carlo Argan e Palma Bucarelli. Il periodo di permanenza a Parigi va dal novembre del 1961 all’aprile del 1962.

Il viaggio a Parigi è per Frascà un vero “viaggio di formazione”, una esperienza che lo fa crescere come persona, come artista; un anno intenso di incontri, contatti, occasioni, che costituisce un punto di svolta ed un fulcro vitale per il suo percorso nel mondo.

Nello scatto, alle spalle l’inconfondibile “flèche” della Sainte-Chapelle,

La foto presenta plurimi buchini, quelli tipici da puntine da disegno e, sul retro, tracce di colla e di scotch: questo ci fa capire come questo sia uno di quegli oggetti affettivi che ci accompagnano nel tempo, su una bacheca, su un diario, su uno specchio.